Il Progetto S.I.T. In. presenta la “Reggia in miniatura”: modello della facciata esterna di Palazzo Reale di Caserta

Nella foto: la copertina dell'opuscolo contenente la scheda dell'opera e del suo autore Il giorno 5 dicembre 2014, alle ore 17.00, presso la “Sala degli Specchi” alla Reggia di Caserta, c’è stato un convegno sulla comunicazione, organizzato dal commissario straordinario dell’EPT di Caserta, dott.ssa Lucia Ranucci, presentato dal giornalista Dante Stefano del Vecchio, al quale hanno partecipato il sindaco Pio del Gaudio, il presidente della Provincia, Domenico Zinzi e tutti i soggetti pubblici e privati delle istituzioni e associazioni del territorio.

Noi operatori volontari del Progetto S.I.T. In., con l’aiuto del presidente, Vitaliano Ferrajolo, durante il convegno, abbiamo presentato, dopo innumerevoli ricerche e sforzi, il “modello raffigurante la facciata di Palazzo Reale verso Napoli” realizzato dal casertano Vincenzo Di Benedetto nel 1935.

Nella foto da sinistra: dott. Ferdinando Creta, dott. Alessandro Accardo, dott.ssa Valentina Musella e le operatrici del Progetto S.I.T. In., Fiorella Rossi e Maria Francesca de Francesco

Nella foto da sinistra: dott. Ferdinando Creta, dott. Alessandro Accardo, dott.ssa Valentina Musella e le operatrici del Progetto S.I.T. In., Fiorella Rossi e Maria Francesca de Francesco

Il plastico, dopo essere stato ritrovato in uno dei depositi della Reggia è stato consegnato al laboratorio di restauro per un primo intervento. Le evidenti problematiche di conservazione, la scarsa manutenzione hanno fatto si che negli anni il suddetto modellino perdesse alcune parti, mentre altre presentano attacchi di tarli.

Ad ogni modo, attraverso l’esposizione di questo plastico prodotto con materiali poveri quali cartapesta, cartone, legno ed elementi metallici, è possibile creare un percorso di “previsita” da destinare a tutti i turisti in visita al monumento borbonico, in particolare agli studenti delle scuole primarie e secondarie, che così potranno capire tutti gli elementi architettonici presenti nella facciata esterna del Palazzo, aspetto che non si coglie nella visione d’insieme.

Nella foto da sinistra: dott.ssa Lucia Ranucci, commissario straordinario dell'EPT di Caserta, il giornalista Dante Stefano del Vecchio, il dott. Ferdinando Creta, dott.ssa Valentina Musella e il dott. Alessandro Accardo

Nella foto da sinistra: dott.ssa Lucia Ranucci, commissario straordinario dell’EPT di Caserta, il giornalista Dante Stefano del Vecchio, il dott. Ferdinando Creta, dott.ssa Valentina Musella e il dott. Alessandro Accardo

Altra opportunità che ci offre il plastico, realizzato in scala 1:200 è la possibilità di una riproduzione in 3D in materiale tiflotecnico in modo da poter fungere da ausilio per i non vedenti.

Nelle foto da sinistra: l'etichetta col nome dell'autore del plastico, il particolare del "cannocchiale" e l'intero modello

Nelle foto da sinistra: l’etichetta col nome dell’autore del plastico, il particolare del “cannocchiale” e l’intero modello

Per portare a termine l’iniziativa, abbiamo bisogno di enti pubblici o privati che si facciano carico della spesa sia per la teca (finora inesistente), in modo da poter esporre il modello in tutta sicurezza, adeguandoci alle normative sulla tutela e conservazione dei beni culturali, sia la sua riproduzione in 3D da destinare ai visitatori non vedenti.

Il nostro ulteriore scopo è quello di portare a termine il progetto, continuando le ricerche riguardo la scheda dell’opera e del suo autore.

Progetto S.I.T. In.